| Home | Chi Siamo | Programma | Abbonamenti | Schede Film | Contatti | Links |

Cerca i film che piu' ti interessano tra quelli proposti. Lascia i campi di ricerca vuoti per un elenco completo.
Titolo Anno Regista Cast
Scheda del film

  

Titolo     VIVERE
(idem - Italia - 2019)

Anno     2019
Regia     Francesca Archibugi
Interpreti     Micaela Ramazzotti, Adriano Giannini, Massimo Ghini
Soggetto     Francesca Archibugi
Sceneggiatura     Francesca Archibugi, Francesco Piccolo, Paolo Virz
Fotografia     Kika Ungaro
Costumi     Valentina Taviani
Scenografia     Alessandro Vannucci
Musica     -
Montaggio     Esmeralda Calabria
Effetti speciali     -
Durata     1h 43min
Sito     https://www.youtube.com/watch?v=L_rmR5_7CIM
 Il Film
“Vi vedo e sento correre ridere litigare urlare... in fondo vivere , e v'invidio”. Il tema del film è tutto qui, e lo pronuncia in chiusura niente poco di meno che Marcello Fonte, indimenticabile Dogman, che in questo film fa l'occhiuto e a volte incolpevole invadente, solitudinario, vicino di casa.

 Il Regista
Debutta dietro la macchina da presa con "Mignon è partita" (1988), poi seguono numerosi titoli come "Verso sera" (1990), "Il grande cocomero" (1993), "Con gli occhi chiusi" , "L'albero delle pere" (1998), "Domani" , "Lezioni di volo" (2006), "Questioni di cuore"v (2008).

 I Commenti dei critici
Questo Luca è l'ultimo dei mariti che una moglie potrebbe volere, eppure, dice Francesca Archibugi, con la sua fragilità, le lacrime, la dolcezza, gli errori e i pentimenti, "è il tipo d'uomo che può incantare le donne del tipo protettivo e salvifico". E' il fascinoso-noioso maschio di "Vivere", il niovo film di Francesca Archibugi invitato alla 76° Mostra di Venezia, fuori concorso (...) come sempre al centro c'è una famiglia, perché quello è il mondo del suo cinema e della sua vita. (...) Uomo un po' fallito e presuntuoso, marito indifferente, padre assente, tutto il peso della vita famigliare sulle spalle innevosite della moglie-mamma: sguardo femminista sul maschio inetto e la femmina che deve occuparsi di tutto? "Non è nelle mie intenzioni. IO immagino dei personaggi che siano veri, senza motivazioni ideologiche. Poi è lo spettatore che può interpretarli come vuole". I tanti suoi film che hanno avuto successi e premi sembrano raccontare sempre la stessa storia: una famiglia più o meno tempestosamente allargata, una coppi inquieta, un padre e un figlio, un nonno e un nipote, una bambina infelice, una malattia, degli ex, e poi l'estraneo che arriva e ne sconvolge il falso equilibrio. (...)
(Natalia Aspesi - La Repubblica - agosto 2019)

Nonostante l'esperta Archibugi alla regia e gli stakanovisti Piccolo e Virzì cosceneggiatori, «Vivere» è stato demolito nel suo passaggio fuori concorso alla Mostra di Venezia. Anche se non è un argomento decisivo suona, certo, strano che la bocca buona della critica al cospetto dei titoli italiani si sia trasformata d'incanto in spietato tribunale perché, tutto sommato, il film comunica una tale voglia di raccontare tante e, certo, troppe storie da risultare più gradevole dello striminzito e didascalico minimalismo caro alla categoria di cui sopra. (...)
(Valentino Caprara - Il Mattino - settembre 2019)

 Note
Il film è un adattamento cinematografico del racconto "Viaggio in Italia", scritto dalla stessa regista

  


Il Club 35mm - Tel: +39 348 266.26.96 - Email: info@ilclub35mm.com