| Home | Chi Siamo | Programma | Abbonamenti | Schede Film | Contatti | Links |

Cerca i film che piu' ti interessano tra quelli proposti. Lascia i campi di ricerca vuoti per un elenco completo.
Titolo Anno Regista Cast
Scheda del film

  

Titolo     RICHARD JEWELL
(idem - U.S.A. - 2019)

Anno     2019
Regia     Clint Eastwood
Interpreti     : Sam Rockwell, Olivia Wilde, Jon Hamm, Kathy Bates
Soggetto     articolo di Marie Brenner
Sceneggiatura     Billy Ray
Fotografia     Yves Belanger
Costumi     Deborah Hopper
Scenografia     Kevin Ishioka
Musica     Arturo Sandoval
Montaggio     Joel Cox
Effetti speciali     -
Durata     129 min
Sito     https://www.youtube.com/watch?v=DPFcbcATd38
 Il Film
Jewell mentre lavorava come guardia di sicurezza scoprì uno zaino contenente tre bombe, avvisò la polizia e aiutò a evacuare l'area prima che la bomba esplodesse, salvando la vita di molte persone. Dapprima celebrato come un eroe, durante le indagini Jewell diventa gradualmente il principale sospettato. I sospetti si dimostrarono privi di fondamento. Il caso di Jewell è considerato un esempio del danno che i media possono arrecare in base a dei pregiudizi.

 Il Regista
Spesso sottovalutato dalla critica cinematografica, viene poi rivalutato acon pellicole come "Fuga da Alcatraz", e nel 1992 col celebre "Gli spietati", vincitore di 4 Oscar. PInizia come regista nel 1971 con "Brivido nella notte", e poi raggiunge il successo con pellicole pluripremiate come "Million Dollar Baby","Mystic River", "American "Sniper", "Gran Torino" e Hereafter£.

 I Commenti dei critici
Clint Eastwood è nel cuore di tutti gli appassionati di cinema, italiani compresi, perché è l'ultimo sombolo di una Hollywood scompara. Oggi che i generi, gli studios, i divi non esistono più, in una logica che è quella del franchise, delle piattaforme e del cinema per gli adolescenti, lui, nato in piena Depressione e attivo già negli anni '50, è l'ultimo grande autore americano a portare con sè quella storia. Il successo lo conosce negli anni '60 grazie a Sergio Leone con la trilogia del dollaro. Quel giovane alto e bello viene sporcato dal regista e diventa una maschera: ma pochi gli avrebbero profetizzato un gran futuro d'autore. (...) Eastwood non sarebbe così grande se non fosse diventato, a un certo punto, un regista. E se i suoi primi film hanno una secchezza e un dinamismo, ma anche una malinconia, che sono una cifra d'autore è dagli anni'80 che inizia la sua grande stagione. In molti se ne accorgono a Cannes con "Bird". (...) poi arrivano titoli diversissimi, da "I ponti di Madison County" a "Un mondo perfetto", da "Gli spietati" a "Mystic River" e a "Gran Torino", forse il suo ultimo capolavoro. (...) Quasi nessuno ha messo in discussione in modo così radicale il moto del West, la politica, l'ideologia del successo. Per questo, le sue contraddizioni, per l'onestà di fondo con cui le ha inscenate, per la capacità di trasformarle in miti, il regista più longevo di Hollywood è, oggi più che mai, senza paragoni.
(Emiliano Morreale - La Repubblica - gennaio 2020)

(...) Triste parabola qella di Jewell! Un bamboccione che vive con la mamma e, coltivando il sogno maniacale di divenare poliziotto, da un giorno all'altro sale alle stelle e cade in disgrazia. Fortuna che, allora, trovò un alleato in un avvocato capace; e fortuna che ora Eastwood ne rievoca l'odissea umana con l'ispirata naturalezza di racconto tipica del suo cinema. Gli interpreti, tutti ottimi da Paul Walter Hauser a Sam Rockwell (l'avvocato) a Kathy Bates (la mamma), si intonano perfettamente a questo registro di fluida semplicità; e sotto il ritratto umano corre dura la critica di quello strapotere del governo e dei media che al pur repubblicano Clint non va per niente a genio.
(Alessandra Levantesi Kezich - La Repubblica - maggio 2020)


 Premi
2019 - National Board of Review Awards: Migliori dieci film dell'anno - Miglior attrice non protagonista a Kathy Bates

  


Il Club 35mm - Tel: +39 348 266.26.96 - Email: info@ilclub35mm.com