| Home | Chi Siamo | Programma | Abbonamenti | Schede Film | Contatti | Links |

Cerca i film che piu' ti interessano tra quelli proposti. Lascia i campi di ricerca vuoti per un elenco completo.
Titolo Anno Regista Cast
Scheda del film

  

Titolo     RICOMINCIO DA TRE
(idemi - Italia - 1981)

Anno     1981
Regia     Massimo Troisi
Interpreti     Massimo Troisi, Fiorenza Marchegiani, Lello Arena, Marco Messeri, Renato Scarpa
Soggetto     Massimo Troisi
Sceneggiatura     Massimo Troisi, Anna Pavignano
Fotografia     Sergio D'Offizi
Costumi     Maria Grazia Pera
Scenografia     Maria Grazia Pera
Musica     Pino Daniele
Montaggio     Antonio Siciliano
Effetti speciali     -
Durata     108 min
Sito     https://www.youtube.com/watch?v=oR-hJAxr0uU
 Il Film
Il giovane Gaetano vive a San Gregorio a Cremano ma quando capisce che anche per lui è arrivato il momento di cambiare aria, decide di fare le valigie e trasferirsi presso la zia a Firenze. Qui incontra Marta, giovane infermiera col pallino della scrittura, per la quale nasce un interesse ricambiato. A movimentare le sue giornate si uniscono un parroco, Frankie, amico intimo della zia e il suo vecchio amico Lello, che lo raggiunge in città.

 Il Regista
E' il primo film da regista di Massimo Troisi, ne ha potuto dirigere solo quattro perché subito dopo la fine delle riprese de "Il postino" morì perché malato di cuore come accadde anche al suo grade amico Pino Daniele. Le altre sue regie sonp "Scusate il ritardo" e "Non ci resta che piangere" un film quasi completamente improvvisato insieme a Roberto Benigni. "Le vie del Signore sono finite" e "Pensavo fosse amore ... invece era un calesse" conludono la sua breve carriera. Alla domanda: «Ma perché parli sempre in napoletano?» rispose: «Perché è l'unico modo in cui so parlare, io mi sforzo a parlare italiano ed è giusto che anche voi vi sforziate a capire il napoletano»

 I Commenti dei critici
Nei primi minuti di "Ricomincio da tre" non riuscivamo a capire cosa stesse dicendo Troisi perché cercavamo di tradurre le parole. Ma questo non si deve fare in nessuna lingua perchè il suo linguaggio è un gesto-parola, cioè un linguaggio dove non è possibile separare perfettamente le parole dai gesti, entrambi viaggiano insieme sul binario della sua recitazione rendendola unica.
(Nota di redazione - 2020)

Gaetano, napoletano timido, arriva a Firenze con un candidato al suicidio, si fa sedurre da una disinibita infermiera, scappa, ritorna. Si ritrova con un figlio che potrebbe essere non suo. Raro esempio di un film che ha messo d'accordo critica e pubblico. Quello di Troisi è uno degli esordi più folgoranti nel campo della nuova commedia italiana degli anni '80. Vicino, come attore, a Eduardo più che a Peppino De Filippo o a Totò, Troisi combina felicemente nel suo agro umorismo ironia e tenerezza, condendolo con una fantasia nevronapoletana e invenzioni seicentesche. Il Seicento è un secolo partenopeo.
(Il Morandini - Dizionario dei film)

Si saluta con piacere la nascita di un nuovo talento nel giovane cinema italiano. Il versante comico, con le sue agre malinconie, si rivela il più praticabile dai nuovi autori, i diversi rami della commedia e della tradizione si uniscono in una composita smorfia italiana. Chi volesse potrebbe tentarne una mappa semplificata, la milanesità un poco robotica di Nichetti, la romanità borghese di Moretti, l'inceppo toscano e agreste di Benigni (per adesso solo attore), l'instabilità romana di Verdone, molte facce in cerca d'anima.
(Stefano Reggiani - La Stampa - marzo 1981)


 Premi
David di Donatello: Miglior film - Miglior attore protagonista Massimo Troisi. Nastri d'Argento: Miglior regista esordiente Massimo Troisi- Miglior soggetto Massimo Troisi - Miglior attore esordiente Massimo Troisi - Miglior produttore

  


Il Club 35mm - Tel: +39 348 266.26.96 - Email: info@ilclub35mm.com