| Home | Chi Siamo | Programma | Abbonamenti | Schede Film | Contatti | Links |

Cerca i film che piu' ti interessano tra quelli proposti. Lascia i campi di ricerca vuoti per un elenco completo.
Titolo Anno Regista Cast
Scheda del film

  

Titolo     MARTIN EDEN
(idem - Italia - Francia - 2019)

Anno     2019
Regia     Pietro Marcello
Interpreti     Luca Marinelli, Jessica Cressy, Carlo Cecchi, Vincenzo Nemolato, Marco Leonardi
Soggetto     Jack London
Sceneggiatura     Maurizio Braucci e Pietro Marcello
Fotografia     Alessandro Abate
Costumi     Andrea Cavalletto
Scenografia     Luca Servino
Musica     Marco Messina, Sacha Ricci
Montaggio     Aline Hervé
Effetti speciali     -
Durata     129 min
Sito     https://movieplayer.it/film/martin-eden_51132/
 Il Film
Il marinaio, il cui nome dà il titolo al romanzo, lotta disperatamente per diventare uno scrittore, ispirato e sostenuto in questo dal suo amore per la bellezza e per Ruth, una giovane figlia dell'alta borghesia di San Francisco. Il film sviluppa liberamente il romanzo di Jack London ma ne sviluppa il racconto in modi diversi nei tempi e nei luoghi, ci guida nel percorso seguito da uno scrittore per riuscire a realizzare la sua opera in mezzo alle vicende della vita. Lo spettatore che voglia immergersi in questo modo di narrare deve fare lui lo sforzo di ricostruire il filo che lega il romanzo al film.

 Il Regista
Pietro Marcello, che ha studiato all'Accademia di Belle Arti, trasporta la vicenda da San Francisco a Napoli. Ha in precedenza diretto "La bocca del lupo", "Napoli 24" e "Bella e perduta".

 I Commenti dei critici
Il film più originale, libero e inventivo del Festival, di una bellezza colta e selvaggia, come il suo protagonisra, Pietro Marcello, autore di bellissimi documentari lirici ("La bocca del lupo", "Bella e perduta") esordisce nel lungometraggio di finzione e punta altissimo, con un film di un'ambizione che il cinema italiano non osava da tempo. La storia è quella del romanzo di Jack London (1909), spostata nel tempo e nello spazio (...) "Martin Eden" è un melodramma anche in senso letterale, un film musicale che mescola alto/basso: Glinka e Debussy, Daniele Pace degli Squallor e Aznavour. (...) Marcello cerca un cinema popolare e raffinato, rifiuta le vie di mezzo per puntare alla sceneggiata e al cinema di poesia (...)
(Emiliano Morreale - La Repubblica - settembre 2019)

«Seguì un lungo rombo: gli parve di scivolare lungo una china infinita, e in fondo in fondo sprofondò nel buio. Solo questo seppe. Sprofondava nel buio. E nel momento stesso in cui lo seppe, cessò di saperlo». La frase conclusiva di Martin Eden, uno dei romanzi più illuminanti dello scrittore americano Jack London, era tra quelle più amate e citate della generazione dei baby boomers frantumatasi nella diaspora del Sessantotto, ma oggi sembra che proprio dall'infinita malinconia di quell'autobiografia in forma di fiction siano scaturiti anche nel nostro Paese i percorsi esistenziali, politici, sociali più diversi (...)
(Valerio Caprara - Il Mattino - settembre 2019)

 Note
La prestigiosa rivista di cinema pubblicata dal British Film Institute, ha inserito il film nella sua classifica dei venti migliori film del 2019. Questo mentre quasi tutta la critica italiana lo ha fatto a pezzi dimostrando ancora una volta la sua immaturità.

 Premi
Alla 76ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia Luca Marinelli ha vinto la Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile. David di Donatello 2020: Migliore sceneggiatura non originale Maurizio Braucci.

  


Il Club 35mm - Tel: +39 348 266.26.96 - Email: info@ilclub35mm.com