| Home | Chi Siamo | Programma | Abbonamenti | Schede Film | Contatti | Links |

Cerca i film che piu' ti interessano tra quelli proposti. Lascia i campi di ricerca vuoti per un elenco completo.
Titolo Anno Regista Cast
Scheda del film

  

Titolo     LEON
(Léon - Francia - 1994)

Anno     1994
Regia     Luc Besson
Interpreti     Jean Reno, Natalie Portman, Gary Oldman, Danny Aiello
Soggetto     Luc Besson
Sceneggiatura     Luc Besson
Fotografia     Thierry Arbogast
Costumi     Magali Guidasci
Scenografia     Dan Weil
Musica     Éric Serra
Montaggio     Sylvie Landra
Effetti speciali     -
Durata     110 min
Sito     https://www.youtube.com/watch?v=DZbh8JZepKk
 Il Film
Léon (Jean Reno) è un sicario italoamericano analfabeta che vive da solo a Little Italy, New York, Mathilda (Natalie Portman) è una ragazzina di dodici anni che vive nello stesso palazzo di Léon insieme al padre immischiato nel traffico di droga.

 Il Regista
Inizia come assistente regista e poi dirige in prima persona film come: "Le grand bleu", "Subway", "Nikita", "Giovanna d'Arco", "Anna". Nell'anno 2000 fonda la Città del Cinema nella banlieu Nord di Parigi.

 I Commenti dei critici
(...) Luc Besson proseguendo nella poetica che gli ha dato gloria con "Nikita", trascina lo spettatore in un vortice di sensazioni mai casuali, gestite con un ritmo ineluttabile di cinema, muovendo un racconto variopinto, cinico, divertente e oltraggioso. (...) Il racconto non ha cadute di tono, la cinepresa crea un'altra realtà di mali odori, carne sfatta, marciume: è l'apoteosi del mezzo cinematografico, anche a rischio di restare con la sola facciata, alla Gaudì. (...)
(Maurizio Porro - Il Corriere della Sera - aprile 1995)

Il più bel film di Clint Eastwood, "Bird", era dedicato a Sergio (Leone) e Don (Siegel), due figure decisive nella vita e nel cinema del regista-attore. L'ultimo lavoro di Besson non porta dediche in testa ma iscrive il suo "Padrino" direttamente nel titolo: Léon. La scena d'apertura parla chiaro: primissimi piani, Little Italy, un killer assoldato dai mafiosi, uno sguardo sull'America sovraccarico di mitologia, eccetera. Che Besson invece possa fregiarsi del titolo di erede di Leone è un altro paio di maniche. (...)
(Fabio Ferzetti - Il Messaggero - aprile 1995)

Léon' è, alla base un film d'amore e di sentimenti. Ma il suo universo a fumetti (guardate i primi cinque minuti, con quei dettagli ravvicinatissimi alla Liechtenstein) è attraversato dalla violenza elettrica di Gary Oldman, bravissimo e terrificante nella sua furia esplosiva come l'agente antidroga corrotto che ascolta Beethoven, si fa, strafà e diventa tutto rosso sotto l'occhio della cinepresa. E in questa fiaba nera, che usa pezzi di realismo cinematografico per comporre un racconto assolutamente irrealistico, l'incalzare continuo della musica accompagna un montaggio di precisione cronometrica e sigla l'atmosfera delle diverse situazioni: un ulteriore esercizio di stile (...)
(Irene Bignardi - La Repubblica - aprile 1995)

 Note
Luc Besson è rimasto uno dei registi più fedeli al sistema di ripresa su pellicola 35mm. Alcuni tra i più importanti cineasti ancora disposti a catturare i loro film con tale formato sono ad esempio Steven Spielberg, Quentin Tarantino e Christopher Nolan. Film d'esordio sul set di Natalie Portman.

  


Il Club 35mm - Tel: +39 348 266.26.96 - Email: info@ilclub35mm.com