| Home | Chi Siamo | Programma | Abbonamenti | Schede Film | Contatti | Links |

Cerca i film che piu' ti interessano tra quelli proposti. Lascia i campi di ricerca vuoti per un elenco completo.
Titolo Anno Regista Cast
Scheda del film

  

Titolo     HAMMAMET
(idem - Italia - 2020)

Anno     2020
Regia     Gianni Amelio
Interpreti     Pierfrancesco Favino, Livia Rossi, Luca Filippi, Silvia Cohen, Omero Antonutti, Renato Carpentieri, Giuseppe Cederna, Claudia Gerini
Soggetto     Gianni Amelio
Sceneggiatura     Gianni Amelio, Alberto Taraglio
Fotografia     Luan Amelio Ujkaj
Costumi     Maurizio Millenotti
Scenografia     Giancarlo Basili
Musica     Nicola Piovani
Montaggio     Simona Paggi
Effetti speciali     -
Durata     126 MIN
Sito     https://www.youtube.com/watch?v=hKM-H0sp_28
 Il Film
Hammamet è il film che racconta gli ultimi sei mesi di vita di Bettino Craxi, quando il leader socialista, ex Presidente del Consiglio, viveva già da sei anni anni nella città tunisina del titolo: da esiliato, come sosteneva lui, o da latitante, come invece sostenevano i magistrati di Mani Pulite.

 Il Regista
Una lunga carriera con film importanti come: "Porte aperte" (1990) - "Il ladro di bambini" (1992) - "Lamerica" (1994) - "Così ridevano" (1998) - "Il primo uomo" (2011) - "La tenerezza" (2017) oltre che molte altre regie per la TV.

 I Commenti dei critici
(...) "Il film è collocato esattamente nell'ultimo anno del 1900, nel 1999. Io racconto sei mesi di vita di un uomo politico importante fino alla sua morte, ma non è un arco narrativo che somiglia a una biografia, tutto il contrario. Racconto gli spasmi di un'agonia" (Gianni Amelio) Un personaggio per cui appare calzare a pennello il detto inglese larger than life, questo è stato Bettino Craxi che concluse in Tunisia e proprio nell'Hammamet del titolo gli ultimi anni della sua vita. Da esiliato, come sosteneva lui, da latitante come sostenevano i magistrati dell'inchiesta chiamata Mani Pulite che terremotò il mondo politico italiano negli anni Novanta. Quello che è certo e che l'ex leader socialista arrivò all'ultimo appuntamento solo, amareggiato e molto malato sia per il diabete sia per un tumore. Da quanto è stato anticipato, il film non mette l'accento sull'uomo politico ma si concentra maggiormente sulla sua vita privata. Anche se non mancheranno i riferimenti alla realtà dell'epoca, inestricabile con Craxi, e alle inevitabili considerazioni sulla perdita del potere. Nel cast, oltre a a Pierfrancesco Favino, troviamo Renato Carpentieri, Claudia Gerini, Livia Rossi e Luca Filippi. (...)
(Massimiliano Carbonaro)

Craxi, finale di partita: un racconto amaro, più umano che politico. Ha un bel dire Gianni Amelio che il suo Hammamet non è un film sul politico Bettino Craxi, il cui nome non si sente pronunciare nemmeno una volta nel corso di 126', ma un film sul finale di partita di un uomo potente che assapora amaramente, esule e in fuga, la sconfitta morale e materiale. Certo, il nucleo forte del racconto è come un soliloquio di Craxi, le president come lo chiamano reverenti i tunisini, le visite dall'Italia, i suoi fantasmi, il male alla gamba quasi in cancrena per il diabete, infine i sogni e le sue memorie di bambino discolo, e perfino un viaggio sulle guglie del Duomo (...)
(Maurizio Porro - Il Corriere della Sera -gennaio 2020)

Uno sconfitto, un traditore, un gigante. «Un gigante circondato da topolini che rosicchiano il piedistallo su cui si è issato». Questo è il Craxi di Gianni Amelio, nel film mai nominato e definito semplicemente «il Presidente»: un monarca decaduto, un esule della democrazia, il distruttore di una tradizione. Nella sua villa di Hammamet (dove il film è stato effettivamente girato), privilegiato ma non ricchissimo, libero di muoversi ma prigioniero di sé stesso, pesante, malato e zoppicante, Craxi combatte contro l'idea che egli ha dato di sé stesso, contro l'immagine dell'arrogante che conquistò il Psi con consensi bulgari e poi lo distrusse. (...)
(Roberto Manassero - L'Espresso -gennaio 2020)

 Note
Alla fine della prima settimana di programmazione è arrivato a 2.244.772 € ed è diventato il miglior incasso di sempre per il regista Gianni Amelio.

 Premi
Nastri d'Argento: Miglior attore protagonista Pierfrancesco Favino - Miglior produzione. Globi d'Oro: Miglior attore protagonista Pierfrancesco Favino

  


Il Club 35mm - Tel: +39 348 266.26.96 - Email: info@ilclub35mm.com