| Home | Chi Siamo | Programma | Abbonamenti | Schede Film | Contatti | Links |

Cerca i film che piu' ti interessano tra quelli proposti. Lascia i campi di ricerca vuoti per un elenco completo.
Titolo Anno Regista Cast
Scheda del film

  

Titolo     LUCKY
(idem  - U.S.A. - 2017)

Anno     2017
Regia     John Carrol Lynch
Interpreti     Harry Dean Stanton, Ron Livingston, David Lynch
Soggetto     Logan Sparks
Sceneggiatura     Logan Sparks
Fotografia     Tim Suhrstedt
Costumi     -
Scenografia     -
Musica     Elvis Kuehn
Montaggio     Slobodan Gajic
Effetti speciali     -
Durata     1 h 30 min
Sito     https://www.youtube.com/watch?v=3VH8ygJoydg
 Il Film
È un film sulla vecchiaia "Lucky", sugli anni che vanno via, sulla morte e sulle relazioni ma è anche un film sul paesaggio americano lungo il confine con la parte ispanica. E forse su una vita nascosta, sui desideri frustrati del suo protagonista che ha fatto la guerra in marina.

 Il Regista
John Carrol Lynch recita in film come The Fan - Il mito, Vulcano - Los Angeles 1997, Face/Off - Due facce di un assassino e Codice Mercury. Nel 2007 recita nel film di David Fincher "Zodiac". Nel 2017 debutta alla regia con il film "Lucky".

 I Commenti dei critici
Lucky è un tipo strano, solitario, scontroso, polemico, lascia scorrere le giornate dei suoi novant'anni seguendo rituali molto precisi: le 'maledizioni' alla società che lo aveva licenziato, la sosta nell'unico locale di quella piccola città sperduta in qualche parte dell'America, popolata da figure tutte a loro modo un po' stravaganti, la tv accesa ore e ore, l'enigmistica, qualche bestemmia, Lucky è ateo, la sua spiritualità, profonda e stratificata, è piuttosto un sguardo sul mondo. (...) Se non fosse appunto per lui, Stanton, e non solo perché sappiamo che questo è stato l'ultimo film dell'attore di "Paris, Texas" (tra gli altri di una lunghissima carriera), scomparso lo scorso settembre. E che la sua è una presenza viva, di quelle che scompigliano con ogni gesto script e intenzioni di regia, ammiccamenti e convenzioni. Un passo, un'occhiata, un silenzio: basta poco a dire un mondo che è quello dell'immaginario. Con il dolore di chi ostenta molta sicurezza, e seppellisce da qualche parte la paura di un corpo fragile appena scoperta, e il suo cappello (da cui non si separa mai) da cow-boy Lucky/Stanton attraversa quelle strade, quegli orizzonti uguali ad altri rendendoli unici. (...)
(Cristina Piccino - Il Manifesto - agosto 2018)

Il destino nel proprio nome: Lucky, che in inglese significa 'fortunato', ha 90 anni, vive solo in un villaggio in mezzo al deserto e si sente un ragazzino. Quando si sveglia al mattino fa ginnastica, poi calza i suoi stivaloni da cowboy, si accende una sigaretta ed è pronto per una nuova giornata da passare a punzecchiarsi con gli amici al bar, a mangiare cibi terribili al fast food e a vedere la Tv a casa di un'amica afroamericana. Ma una mattina, d'improvviso Lucky casca a terra. Nulla di grave, il medico gli dice che sono cose normali quando si ha la sua età, ma per lui è un trauma. (...) E ha paura, anche se (o proprio perché) è da sempre un ateo convinto. Costruito su misura per lo straordinario protagonista, morto poco dopo la fine delle riprese, è un film che commuove e diverte e il cui senso è tutto racchiuso nel destino di una tartaruga, anzi testuggine come tiene a precisare l'amico di Lucky che la possedeva, e che non si capacita di come, da un giorno all'altro, sia potuta andare via.
(Eugenio Arcidiacono - Famiglia Cristiana - settembre 2018)

  


Il Club 35mm - Tel: +39 348 266.26.96 - Email: info@ilclub35mm.com