| Home | Chi Siamo | Programma | Abbonamenti | Schede Film | Contatti | Links |

Cerca i film che piu' ti interessano tra quelli proposti. Lascia i campi di ricerca vuoti per un elenco completo.
Titolo Anno Regista Cast
Scheda del film

  

Titolo     DOLOR Y GLORIA
(idem  - Spagna - 2019)

Anno     2019
Regia     Pedro Almod˛var
Interpreti     Antonio Banderas, PenÚlope Cruz, Julieta Serrano
Soggetto     Pedro Almod˛var
Sceneggiatura     Pedro Almod˛var
Fotografia     JosÚ Luis Alcaine
Costumi     Paola Torres
Scenografia     Antx˛n G˛mez
Musica     Alberto Iglesias
Montaggio     Teresa Font
Effetti speciali     -
Durata     1h 53min
Sito     https://www.youtube.com/watch?v=QfPbFPG_xWA
 Il Film
Questo film realizza il sogno di ognuno di noi, quello di abbattere il muro che ci nasconde a noi stessi, guardando al di lÓ del muro si pu˛ riuscire a tirar fuori cose che non sapevamo di possedere e a riuscire a emozionarci per questo.

 Il Regista
Dagli anni '80 ad oggi i film pi¨ notevoli sono: "Matador" (1986), "Donne sull'orlo di una crisi di nervi" (1988), "Legami!" (1989), "tutto su mia madre" (1999), "Parla con lei" (Oscar 2002 per la miglior sceneggiatura), "Volver-Tornare" (2006), "Julieta" (2016).

 I Commenti dei critici
(...) Lo si ama per l'ironia, la trsgressione, la felicitÓ, lo dobbiamo amare perchÚ ci offre la condivisione del corpo che invecchia e duole, della depressione, del ricordo del grande amore che non si pu˛ rivivere (...) Almod˛var si Ŕ dato la faccia e il corpo di Antonio Banderas, che mai Ŕ stato cosý attraente, come capita a tanti uomini che smettono di essere giovani e paiono pi¨ intelligenti perchÚ hanno la barba e i capelli grigi. E mai Ŕ stato cosý bravo anche perchÚ al cinema il dolore dona di pi¨ della risata.
(Natalia Aspesi - La Repubblica - maggio 2019)

Una storia di andate e di ritorni, di scoperte e di mutamenti, di amori perduti e ritrovati, di ferite che lasciano il segno e di un presente che, inevitabilmente, ha perso la speranza della giovinezza per concentrarsi sulle ansie della maturitÓ. Alla soglia dei 70 anni Pedro Almod˛var torna al festival, per la settima volta, con "Dolor y Gloria", affresco crepuscolare sull'esistenza di un regista che gli somiglia molto, ma non del tutto, e su una nazione, la Spagna, che Ŕ cambiata insieme a lui. (...) Per animare il gioco di specchi di "Dolor y Gloria", Almod˛var aveva bisogno di un alter-ego affidabile, un attore Banderas, nato con lui e da lui tornato, pronto a farsi plasmare senza opporre resistenza, con la dedizione di chi, dopo aver abbandonato le proprie radici e aver costruito una carriera hollywoodiana da attore, da regista e anche da uomo, ha capito che era arrivato il momento di compiere il cammino inverso (...) nel tessuto del film, tra situazioni vissute o immaginate, sperimentate in prima persona oppure rielaborate in base ai racconti di amici, c'Ŕ l'universo di Almod˛var osservato dalla prospettiva pi¨ intima, con la volontÓ di non nascondere nulla (...)
(Fulvia Caprara - La Stampa - maggio 2019)

 Note
Per un artista non c'Ŕ separazione tra la propria vita. tra ci˛ che ha visto o anche solo immaginato da un semplice sguardo e la propria opera di narratore. La formidabile interpretazione di Banderas/Almod˛var gli Ŕ valsa la Palma al Festival di Cannes come miglior attore. Noi, se fossimo stati la giura, avremmo anche assegnato la Palma d'Oro per il miglior film a "Dolor y Gloria".

  


Il Club 35mm - Tel: +39 348 266.26.96 - Email: info@ilclub35mm.com