| Home | Chi Siamo | Programma | Abbonamenti | Schede Film | Contatti | Links |

Cerca i film che piu' ti interessano tra quelli proposti. Lascia i campi di ricerca vuoti per un elenco completo.
Titolo Anno Regista Cast
Scheda del film

  

Titolo     FANDANGO
(idem  - U.S.A. - 1985)

Anno     1985
Regia     Kevin Reynolds
Interpreti     Kevin Costner, Judd Nelson, Elizabeth Daily, Suzy Amis
Soggetto     Kevin Reynolds
Sceneggiatura     Kevin Reynolds
Fotografia     Thomas Del Ruth
Costumi     Michele Neely
Scenografia     Peter Landsdown Smith
Musica     Alan Silvestri
Montaggio     Arthur Schmidt
Effetti speciali     -
Durata     1 h 35 min
Sito     https://www.youtube.com/watch?v=LVom6tW3gUU
 Il Film
Sono i primi anni Settanta, quattro amici terminati gli studi ricevono le cartoline di precetto per il Vietnam, partono quindi in auto, con una Cadillac decappottabile, per bruciare insieme nello spazio di un week end, quello che resta della loro giovinezza .

 Il Regista
Reynolds cominciò la carriera scrivendo il film “Alba rossa” nel 1984, l'anno successivo ottenne da Steven Spielberg i fondi con cui realizzò il suo primo film da regista: “Fandango” interpretato da Kevin Costner, con il quale iniziò una proficua collaborazione per i successivi film “Robin Hood - Principe dei ladri” (1991) e “Waterworld” (1995). Portò sul grande schermo un progetto molto ambizioso: “Rapa Nui” (1994), ambientato nell'Isola di Pasqua, di cui scrisse anche il soggetto.

 I Commenti dei critici
(…) La modernità di “Fandango” non sta nell’invenzione di uno stile personale ma nel suo eclettismo, nella disponibilità ad ogni soluzione, nella assoluta parità tra l’esterno e l’interno, tra effetti speciali e ideologie.
(Alberto Farassino – La Repubblica – settembre 1985)

Dieci minuti di applausi in Sala Grande a fine proiezione. La “rivelazione” al Festival di Venezia si chiama Kevin Reynolds. La sua opera prima “Fandango” ha chiuso come meglio non si poteva la “Settimana della Critica”, una sezione che ha azzeccato molti colpi vincenti. E dietro a Reynolds, ancora una volta, lo zampino di Spielberg. E’ stato lui a convincere la Warner Bros. A sborsare i sette milioni di dollari necessari a produrre “Fandango”. In mano aveva una sceneggiatura che prometteva bene e la promessa è stata mantenuta (…) Menneth ha appena ricevuto la chiamata alle armi. Anche Gardner, capo spirituale del gruppo, ha in tasca un identico “invito”. Il fantasma del Vietnam mostra il suo ghigno minaccioso: fine di un’era di innocente spensieratezza, scardinamento delle certezze, ingresso in un’era buia per la coscienza collettiva degli USA (…)
(Roberto Duiz – Il Manifesto – settembre 1985)

(…) Incredibile “Fandango” lo è per due motivi: in primo luogo per i modi in cui è stato realizzato, e poi perché pur parlando di temi ultra sfruttati, riesce ad essere lo stesso divertente e interessante (…) Presentato a Venezia nella sezione della Settimana Internazionale della Critica, è stato una delle sorprese positive della rassegna. Insomma, è nato un nuovo regista, teniamolo d’occhio: si chiama Kevin Reynolds.
(Massimo Lastrucci – Ciak – ottobre 1985)

 Note
« A tutti noi per Dio! A noi, a Dom e ai privilegi della gioventù! A quello che siamo e a quello che eravamo.... E a quello che saremo. »

  


Il Club 35mm - Tel: +39 348 266.26.96 - Email: info@ilclub35mm.com