| Home | Chi Siamo | Programma | Abbonamenti | Schede Film | Contatti | Links |

Cerca i film che piu' ti interessano tra quelli proposti. Lascia i campi di ricerca vuoti per un elenco completo.
Titolo Anno Regista Cast
Scheda del film

  

Titolo     IL GRANDE FREDDO
(The Big Chill - U.S.A. - 1983)

Anno     1983
Regia     Laurence Kasdan
Interpreti     Kevin Kline,Tom Berenger, Glenn Close, Jeff Golblum
Soggetto     Lawrence Kasdan, Barbara Benedek
Sceneggiatura     Lawrence Kasdan, Barbara Benedek
Fotografia     John Bailey
Costumi     April Ferry
Scenografia     Ida Random
Musica     Meg Kasdan, Aretha Franklin, Marvin Gaye
Montaggio     Carol Littleton
Effetti speciali     -
Durata     1 h 43 min
Sito     https://www.youtube.com/watch?v=-j0boSZ9kiA
 Il Film
Un gruppo di amici si ritrova a casa di Harold in occasione del funerale dell’amico Alex. L'incontro è l'occasione per ricordare i tempi della loro giovinezza e mettere a confronto le speranze di allora con il tempo presente.

 Il Regista
Kasdan provò ad entrare nel mondo del cinema quando vendette alla Warner Bros. una sua sceneggiatura per il film “Guardia del corpo” che fu poi realizzato nel 1992 dallo stesso Kasdan. La svolta nella carriera di Kasdan avvenne quando George Lucas lo contattò perché ultimasse la sceneggiatura de “L'Impero colpisce ancora” e poi per “ I predatori dell'arca perduta” e infine per l’ultimo film della trilogia originale di Star Wars, “Il ritorno dello Jedi” . Nel 1981 Kasdan fece il suo esordio dietro la macchina da presa, con il film “Brivido caldo”, nel 1992 vince l'Orso d'oro al Festival di Berlino per il film “Grand Canyon - Il cuore della città”.

 I Commenti dei critici
(…) Scritto dal regista Laurence Kasdan con Barbara Benedek, fotografato da John Bailey (lo stesso di “Gente comune”), interpretato da attori molto affiatati, “Il grande freddo” è un bel film. Un “come siamo” rispetto a “come avremmo voluto essere” che osserva i rimpianti, i rimorsi, le irrimediabili velleità di quel pugno di ex-contestatori non per accusarli di tradimento o di debolezza, né per leggervi il destino di un’intera generazione, ma per chiamarli protagonisti e testimoni della metamorfosi impietosa prodotta dalla storia. (…) “Il grande freddo” non è un film di assoluta novità , perché dietro le quinte si muovono autorevoli fantasmi: almeno quelli di Altman e di Scola. E’ tuttavia un film da nodo al fazzoletto (…) in cui potranno riconoscersi molti trenta-quarantenni (…) per cui, per favore, almeno stasera niente TV.
(Giovanni Grazzini - Cinema 85 - 1985)

Laurence Kasdan dopo aver contribuito come sceneggiatore ai successi della premiata ditta Lucas-Spielberg con mondi stellari e intrepidi archeologi in cerca di arche perdute e tesori vari, arriva alla regia nel 1982 con “Brivido caldo” un film nero che si ispira dichiaratamente ai classici degli anni ’40-’50. “Il grande freddo” è invece un film dei nostri giorni sia nei contenuti che nella tecnica cinematografica. Raggruppa una serie di attori che in pochi anni hanno ottenuto grandi successi di critica e di pubblico e che insieme al regista possono ben rappresentare la Hollywood anni’ 80.
(Mariella Rocchietti – Rivoli15 – 1985)

 Note
Il suicida, del quale si intravedono solo i polsi tagliati durante la scena iniziale della vestizione del cadavere, è stato interpretato da Kevin Costner, la cui parte (doveva interpretare dei flashbacks) venne tagliata in sede di montaggio. Il film costituì un trampolino di lancio per le carriere di alcuni degli interpreti: Tom Berenger, Glenn Close, Jeff Goldblum, William Hurt e Kevin Kline.

  


Il Club 35mm - Tel: +39 348 266.26.96 - Email: info@ilclub35mm.com