| Home | Chi Siamo | Programma | Abbonamenti | Schede Film | Contatti | Links |

Cerca i film che piu' ti interessano tra quelli proposti. Lascia i campi di ricerca vuoti per un elenco completo.
Titolo Anno Regista Cast
Scheda del film

  

Titolo     NEW YORK, NEW YORK
(idem  - U.S.A. - 1977)

Anno     1977
Regia     Martin Scorsese
Interpreti     Liza Minnelli, Robert De Niro, Lionel Stander
Soggetto     Earl Mac Rauch
Sceneggiatura     Earl Mac Rauch, Mardik Martin
Fotografia     László Kovács
Costumi     Theadora Van Runkle
Scenografia     Boris Leven
Musica     Ralph Burns
Montaggio     Bert Lovitt, David Ramirez, Tom Rolf, Irving Lerne
Effetti speciali     -
Durata     2h 33min
Sito     https://www.youtube.com/watch?v=ajGUloMmw8w
 Il Film
Forse ciò che salta in mente a qualsiasi persona del globo nel sentir ripetere due volte di seguito il nome della città della Grande Mela, è la canzone cantata da Liza Minelli. La canzone ha avuto successo anche per la versione di Frank Sinatra, il film invece è stato forse il tonfo più grosso della carriera di Scorsese. E come tutte le grandi opere meritevoli di rispetto, vengono poi rivalutate successivamente perché ha il pregio di essere un musical che si può fare apprezzare anche da chi non ama il genere.

 Il Regista
Il suo stile, spesso caratterizzato da sequenze virtuosistiche e violenza iperrealista, trae ispirazione dalla Nouvelle Vague francese e dal Neorealismo italiano. Film da ricordare: “Taxi Driver”, “Il colore dei soldi”, “L’età dell’innocenza”, “Shutter Island”.

 I Commenti dei critici
(...) il film si inserisce da un lato nel filone del cosiddetto 'revival', attraverso un'operazione di nostalgico recupero di certo clima degli anni Cinquanta e, dall'altro, nel novero delle opere che analizzano criticamente il mondo dello spettacolo, mostrandocene lo spietato mercantilismo, le rivalità e, in primo luogo, il contrasto che prima o poi in esso si determina tra le sue 'ragioni' e quelle umane, tra la ricerca del successo e una normale vita affettiva. Da sentire, soprattutto, per i famosi motivi musicali dell'epoca in cui è ambientato, e da vedere, per la ricchezza dell'impasto spettacolare e la bravura degli interpreti, il film è una sorta di 'commedia in musica' - qualcosa di ben diverso, cioè, dal classico musical americano - in cui realismo e comicità, umorismo e ironia si trovano fusi quasi alla perfezione.
(Segnalazioni cinematografiche - vol. 84 - 1978)

'New York, New York' è il meglior film di Scorsese: quello in cui dimostra maggior grinta e più alta sapienza registica. Il film è imbastito su una serie di sequenze dal virtuosismo strepitoso e, nello stesso tempo, mai fine a se stesso. (...) La mano di Scorsese si sente: nella vitalità nevrotica che imprime ai personaggi, nell'afflato con cui ricrea l'aria del tempo. La colonna musicale farà liquefare di nostalgia i 'fans' di ogni età.
(Callisto Cosulich - Paese Sera)

Sette anni d'amore, dal '45 al '52, fra una cantante in ascesa e un saxofonista di jazz; Earl Mach Rauch ha scritto una love story intrecciata a una career story, un po' nello stile di "E' nata una stella" e giustamente dedicata alla figlia di Judy Garland. Mentre Liza Minelli e Robert De Niro intrecciano l'ennesima variazione della strindberghiana "Danza di morte", riscritta nello stile di della commedia sofisticata, la musica ci dice che il mondo sta cambiando: dall'ottimismo un po' frivolo delle grandi orchestre ancora in piedi nell'immediato dopoguerra si passa all'angoscia modulata del nuovo jazz nelle cantine della metropoli. (...) Dopo l'orrore e la greve ironia di "Taxi Driver", Martin Scorsese ritrova una New York amabile e vivibile che è quella del nostro sogno americano; e ce la descrive con tocchi esatti ed essenziali. Proposta di un musical ritrovato, dove la vicenda cerca le sue motivazioni psicologiche e sociali all'interno della tessitura sonora, "New York, New York" conferma l'enorme talento di De Niro e la cattivante disponibilità della Minelli, che è incantevdole soprattutto nelle nuove canzoni di Kander e Ebb.
(Tullio Kezich - Il nuovissimo Mille Film - 1977-1982)

  


Il Club 35mm - Tel: +39 348 266.26.96 - Email: info@ilclub35mm.com